Visualizzazioni totali

lunedì 25 marzo 2013

Rendiamo grazie a Sam Raimi per averci regalato Michelle Williams in 3D

IL GRANDE E POTENTE OZ
di Sam Raimi,
USA, 2013
con James Franco, Michelle Williams, Rachel Weisz, Mila Kunis, Zach Braff
Se ti piace guarda anche: Hugo Cabret, Parnassus-L'uomo che voleva ingannare il diavolo, Alice in wonderland, Shrek, Il mago di Oz.
TRAMA
Il grande e potente Oz è un mago da quattro soldi che si ritrova per caso nel mondo di Oz per salvarlo dal suo crudele destino: una malefica strega minaccia infatti la sua serenità e il suo trono.
Per fortuna che ci sono due streghe buone che lo aiutano e gli indicano come sconfiggere la strega cattiva.
Peccato che la strega cattiva in verità sia quella buona, le streghe buone siano cattive, ed esistono due regni di cui nessuno è minacciato ma lui dovrà lo stesso salvarli.. Un po’ confusi? Non preoccupatevi, il 3D e i fiori giganti risolveranno i vostri dubbi.
Ma soprattutto c’è Michelle Williams
E Allora poca importa la trama. Poi c’è un bel 3D che rende tridimensionali le forme di Michelle Williams e dei magnifici effetti speciali. Ma l’effetto più speciale è Michelle Williams. E poi c’è Mila Kunis, ma quando vede Michelle Williams diventa verde dall’invidia perché Michelle Williams è proprio la principessa-fatina più bella, buona e saggia del mondo.
E poco importa che Michelle non sia mai stata così inespressiva, perché non è mai stata così bella in un film che non sia uno dei suoi soliti film indipendenti d'autore che nessuno vede. E fra tutti gli ottimi attori sprecati, a trarne maggiori profitti è proprio lei, che con questo ruolo si porterà a casa il titolo di bellissima fatina, nonché un sacco di soldini e popolarità.
RECENSIONE
Il grande e potente Oz è soprattutto un grande spettacolo per gli occhi.
E se Il mago di Oz, pietra miliare del cinema uscita circa 70 anni fa, ha segnato più di una generazione, questo nuovo film Disney diventerà un classico almeno per una generazione, il che mi sembra già un ottimo traguardo.
Perché questa spettacolare fiaba ha tutte le carte in regole per soddisfare il suo pubblico, basta non voler mettere i puntini sulle "i".
Nonostante il grande budget a disposizione, la produzione infatti pare aver risparmiato sugli stipendi degli sceneggiatori e investito tutto sull’aspetto visivo, probabilmente pensando che al pubblico infantile della fiaba potesse bastare, il che è anche il motto di un film in cui più volte viene ripetuto che ciò che conta è l’apparenza e non la verità. Ma chi risponderà alle domande dei bambini che continueranno a chiedere perché, perché e perché una volta che avranno digerito l’effetto ammaliante del 3D e dei colori?
E che dire degli attori, scelti tra i più bravi in circolazione e costretti a interpretare personaggi monodimensionali? 
Ma gli enormi, gravi buchi di sceneggiatura e i personaggi tagliati con l'accetta sono compensati da un aspetto visivo affascinante, davvero magico e potente, con un 3D convincente e con un’esplosione di colori e trovate visive azzeccate, nonché ammiccamenti cinefili che soddisferanno i critici e i cinefili delusi della trama: perché l’inizio in bianco e nero in 4:3 è una trovata arguta squisitamente artistica che non ha nulla a che vedere con la trama, mentre diegetico appare l’omaggio al primo vero inventore del cinema: Thomas Edison. Senza di lui e la sua pellicola infatti non ci sarebbero stati i fratelli Lumière e Meliès. Quindi almeno per questo dobbiamo complimentarci a Sam Raimi che è riuscito ad inserire una lezione di storia del cinema in un blockbuster per famiglie.
VOTO: 7-

18 commenti:

  1. abbiamo individuato gli stessi difetti ma io l'ho fatto a la julienne da me , mentre tu sei stato animato da grande benevolenza...sarà per Michelle Willimas? Non mi odiare per questo ma devo dire che tra le tre quella che mi attizzava di più era la Weiaz mentre la Kunis l'ho trovata un po' imbolsita, come Cigno Nero era tutta un'altra cosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kunis imbolsitissima in un ruolo da scema. La Weisz aveva il personaggio con più sfumature, ovvio che risulta più interessante. Michelle intrappolata nel ruolo della buona, saggia e bella : inutile dire che mi è piaciuta nell'accezione "bella" :-D

      Elimina
  2. Mah, nulla di speciale, tranne per l'inizio spettacolare. Occasione sprecata per tutti i coinvolti, peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. occasione sprecata soprattutto per gli attori direi, in particolar modo per Mila Kunis. Comunque io mi sono divertito!

      Elimina
  3. Hai appena vinto un Liebster Award dalle mie parti. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, thanks! dovrei inchinarmi? fare un discorso? intanto passo a vedere!

      Elimina
  4. mi sembra un giudizio un po' condizionato dalla presenza di michelle williams.
    il tuo livello di affidabilità in questo caso è pari al mio per un film con jennifer lawrence ;D

    RispondiElimina
  5. Filmone spettacolare per famiglie. Raimi è tornato dalle parti di Spider Man.

    RispondiElimina
  6. Michelle Williams a parte, a me è abbastanza piaciuto il film.
    Specialmente i primi 20 minuti in bianco e nero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che ti è piaciuto tutto tranne Michelle?!!!

      Elimina
  7. finalmente uno che come me non lo boccia a pieni voti. Ma io tifavo per Rachel Weisz XP

    RispondiElimina
  8. Ciao ti regalo un bel Liebster!

    RispondiElimina
  9. doppio Liebster... ci sono anch'io

    RispondiElimina